ORDINANZA SINDACALE

...

31/10/2020

ORDINANZA SINDACALE

Adeguamento delle misure volte al contenimento dell’emergenza epidemiologica derivante da COVID-19 da attuarsi sul territorio comunale. Misure restrittive per la festa di halloween 31 ottobre e 1 novembre 2020.

IL SINDACO

CONSIDERATO che: o in occasione delle festività si e consolidata nel tempo I'usanza di far esplodere petardi, botti e simili artifici esplodenti; o che tale condotta generalizzata turba il normale svolgimento della vita cittadina creando concreto pericolo e disagio per le persone, soprattutto con riferimento ai neonati, ai bambini cd alle persone di età avanzata, nonché per l'incolumità degli animali; o che tale condotta soprattutto nell'ambito della popolazione più giovane, viene generalmente esercitata in gruppo o comunque alimenta occasioni di assembramento più o meno ampi, ciò che è necessario evitare e disincentivare per eludere anche solo il rischio della diffusione del Covid con riferimento al corrente anno;

RILEVATO che è ormai tradizione, negli ultimi anni, organizzare iniziative pubbliche e private per la festa di Halloween;

EVIDENZIATO che, in relazione al perdurare della situazione d'emergenza epidemiologica in atto non è legittimamente possibile, nonché pericoloso per il possibile diffondersi del contagio, organizzare iniziative di tal genere e che pertanto l'Amministrazione Comunale non autorizzerà ne patrocinerà alcuna manifestazione in tale ricorrenza;

RITENUTO altresì necessario, al fine di evitare possibili assembramenti nel territorio, vietare in tale ricorrenza lo svolgersi sul territorio comunale di iniziative e manifestazioni pubbliche o private che potrebbero creare problemi di diffusione del contagio dovuti agli assembramenti, allo scambio di oggetti e caramelle, al mancato uso delle mascherine, ecc.; In via precauzionale e allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, oltre a quanto già disposto dal D.P.C.M. 24 ottobre 2020; VISTO l’art. 50 del D.lgs n. 267 del 18/08/2000 il quale dispone che “In particolare in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale le ordinanze contingibili ed urgenti sono adottate dal Sindaco, quale rappresentante della località locale; VISTO il Decreto Legislativo n. 267/2000 e s.m.i.

O R D I N A

Per le motivazioni espresse in narrativa qui integralmente riportate, nei giorni 31 Ottobre - 1 Novembre e fino al 24 Novembre 2020, efficacia del DPCM 24/10/2020: 1) è vietata l’organizzazione di manifestazioni/festeggiamenti pubblici o privati od iniziative di qualsiasi tipologia riconducibili all’evento della festa di “Halloween”; 2) è vietato accedere singolarmente o in gruppi, agli esercizi commerciali e alle abitazioni private secondo le usanze della festa c.d. "di Halloween"; 3) è vietato agli operatori commerciali porre a disposizione del pubblico caramelle dolciumi e qualsiasi altra cosa in regalo come d’uso per la festa c.d. “di Hallaween”; 4) vietare per le motivazioni sopra esposte ed a tutela degli interessi generali più sopra rappresentati, in area pubblica e privata l’uso di articoli pirotecnici anche se rispondenti alle classificazioni di cui all’art. 3 del D.lgsvo 123/2015

S A N Z I O N I

La violazione delle disposizioni contenute nei commi 1 e 2 della presente ordinanza è sanzionata dall'art. 4 comma 1, del Decreto Legge 25 marzo 2020 n. 19, con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 1.000. Le violazioni rispetto a quanto sopra stabilito ai commi 3 e 4 , saranno punite con una sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 25,00 a Euro 500,00 ai sensi dell’art. 7 bis del D.Lgs. 267/2000. All’accertamento della violazione consegue anche la sanzione accessoria amministrativa della confisca degli articoli pirotecnici. pure se legittimamente detenuti, da assicurarsi mediante il sequestro cautelare degli stessi. Gli organi di polizia stradale di cui all'art. 12 del Codice della Strada sono incaricati di far rispettare le prescrizioni previste dal presente provvedimento. La presente ordinanza è pubblicata all'albo pretorio e diffusa attraverso i mezzi idonei a favorirne la massima conoscenza. Avverso la presente ordinanza è ammesso ricorso entro 60 giorni dalla pubblicazione, al TAR Toscana (Legge 06/12/1971 n. 1034) ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato ai sensi del D.P.R. 24/11/1971 n. 1199, entro 120 giorni dalla sua pubblicazione.

DISPONE

La trasmissione della presente ordinanza: - alla Polizia Municipale Unione dei Comuni Montani del Casentino - alla Compagnia e alla Stazione dei Carabinieri di Chiusi della Verna - alla Prefettura di Arezzo

IL SINDACO